La Certificazione Bio

Vongole Biologiche di Caorle

L'area interessata alla certificazione Biologica è già classificata all'interno dell'ambito sanitario ASL 10M001, si trova di fronte alla fascia costiera del litorale della Brussa, zona di particolare pregio dal punto di vista ambientale, considerata uno dei rari lembi del litorale veneziano non urbanizzato, situata nel comune di Caorle all'interno del suggestivo paesaggio delle valli da pesca. Si tratta di una luogo suggestivo e dal fascino selvaggio, zona libera, ampia e molto lunga, circondata da un'area ricca di flora e fauna autoctona, caratterizzata da un litorale orlato da dune sabbiose che lo separano da una bella pineta. Alle spalle della pineta è presente l'oasi lagunare di Valle Vecchia, rappresenta una tipica situazione dell'ambiente costiero del Veneto.

E' caratterizzata da oltre 4 km. di litorale sabbioso e da un entroterra costituito da suoli di tipo sabbioso. Sono rappresentate numerose situazioni d'ambiente, tra cui figurano biotopi di duna sabbiosa, di palude dolce e di pineta inseriti dentro un contesto di un mosaico ambientale che ne determina una particolare ricchezza naturalistica. 'Valle Vecchia' è oasi e rifugio per numerosi uccelli, specie migratori, e fauna di palude. L'area è particolarmente indicata agli amanti dell'osservazione degli uccelli (bird-watching) ed è attrezzata con un interessante sentiero didattico ed una pista ciclabile. Lungo la costa interessanti formazioni palustri della flora dunale e una pineta litorale. La Brussa è uno dei paesaggi più interessanti di tutto il litorale dell'Alto Adriatico

Proprio per la presenza di questo particolare habitat, Vallevecchia è stata riconosciuta dalla Comunità Europea, come Zona di Protezione Speciale e Sito di Importanza Comunitaria. All'interno dell'area interessata e ben identificata nella planimetria sottostante, entro le 0,3 miglia dalla costa vengono effettuate le ordinarie attività di nursery della risorsa Chamelea gallina, mentre nello spazio più al largo si svolge la raccolta dello stesso prodotto adulto.

In sostanza da parte del COGEVO di Venezia, in questa area, come in altre simili, vengono attivate le produzioni di carattere marino, iniziative assimilabili alle pratiche di acquacoltura di primo livello (Reay 1988) con un sistema gestionale già ben collaudato di pesca sostenibile. Vi sono altre aree della fascia costiera del Veneto che sono caratterizzate da un’elevata concentrazione di esemplari di taglia adulta (≥28 mm) con una notevole capacita riproduttiva che rappresentano importanti poli riproduttori (SSB – spawning stock biomass) per i Compartimenti Marittimi veneti. Le principali aree appartenenti a questa categoria sono generalmente le aree litoranee all’interno delle 0.3 miglia nautiche o quelle in prossimità di infrastrutture portuali, dove è molto limitata l’attività di prelievo. Considerata l’importanza per il settore della pesca, per tali aree è prevista un’attività di valutazione di dettaglio delle risorse presenti, per verificare se interventi di difesa costiera possono compromettere in modo significativo la naturale vocazione di questi ambiti, dove sono presenti esemplari maturi con capacita riproduttive anche 4/5 volte superiori ad esemplari che hanno appena raggiunto la maturità sessuale.

La nostra documentazione

Scarica le nostre documentazioni sulle certificazioni BIO